Il successo Perenne: recensione del libro di Ryan Holiday

Tutti vendiamo delle idee. E se siamo davvero bravi e ci ragioniamo nel modo corretto, la nostra idea può vendere per sempre, un numero infinito di volte. Questo è il sogno. Fare la differenza, conquistare, durare nel tempo.

Ecco l'assunto di questo libro di Ryan Holiday (astro nascente del marketing) dal titolo Il successo Perenne. L'arte di creare e vendere prodotti intramontabili. (Edizione Italiana pubblicata da ROI Edizioni nel 2018).

Copertina de Il Successo Perenne di Ryan Holiday

More...

Di cosa parla il libro

L'ambizione del libro? Non essere solo l'ennesimo libro di marketing. Piuttosto vuole essere una guida imperitura per capire:

  1. come realizzare qualcosa che possa resistere alla prova del tempo;
  2. come perfezionare, posizionare e confezionare quell'idea in una proposta convincente che resista alla prova del tempo;
  3. come sviluppare canali commerciali che resistano alla prova del tempo;
  4. come catturare un pubblico e costruire una piattaforma che resistano alla prova del tempo.

Per realizzare questa ambizione Ryan Holiday struttura la sua opera di 220 pagine in 4 sezioni principali che chiama: Processo creativo, Posizionamento, Marketing e Piattaforma

Il Processo Creativo

Creare un prodotto che possa cambiare il mondo per anni richiede passione e tanta pazienza per il processo creativo. Serve visione a lungo termine.
La creatività non si improvvisa, non è una folgorazione, va coltivata pezzo per pezzo all'interno del processo. 
Fondamentale è testare, un po' come nelle startup con il Minimum Viable Product (già visto nella recensione di The Lean Startup), che porta all'avvio dell'attività con una piccola idea che si evolve passando dai test sui focus group.
Al centro del tuo ragionamento deve esserci la buyer persona, ovvero devi porti la domanda che quasi nessuno si pone:

A chi è destinata questa cosa?

Scegliere una direzione è fondamentale per concentrare la tua energia creativa in modo mirato ed efficace. Ti permette di fare la cosa giusta per le persone giuste.
Se non sai per chi stai creando come puoi sapere se stai facendo bene?
Infine il tuo prodotto deve risolvere qualcosa, solitamente un grande problema che accomuna il tuo pubblico di riferimento.

Il Posizionamento

Prima che il tuo lavoro sia completato devi fare un passo indietro e chiederti:

Cosa sto cercando di ottenere? Ci sono riuscito? Cosa devo modificare o correggere per farlo correttamente?

Non esiste "buona la prima" quando si tratta di opere imperiture. Non puoi illuderti di essere solo un creativo. Devi essere anche imprenditore e marketer di te stesso. 
Devi avere bene in mente a chi stai mirando e qual è il risultato che vuoi ottenere in quelle persone. Devi saperlo per posizionare il tuo progetto nel modo giusto e per modificarlo e perfezionarlo fino a quando il suo acquisto sarà irresistibile.
Tutto va curato nel minimo dettaglio, anche il packaging. Perché la copertina vende, ed è la ragione per cui i libri ne hanno una... 😉
Non puoi pensare di delegare il marketing una volta creata la tua opera. Devi essere il centro del progetto di Marketing, che è la vera maratona.

Il Marketing

Inizia pensando che a nessuno interessa quello che hai fatto, perché nessuno sa ancora cosa sia. Ricordati che le persone sono occupate.
Diventa fondamentale generare il passaparola, fornire una valuta sociale che le persone possono usare volentieri (vedi la recensione di Contagioso, di Jonah Berger).
Offrire un assaggio gratuito è una buona strategia, anche se ha dei limiti. Puoi offrire copie omaggio del tuo libro, ma non tutte.
Nel percorso di promozione dovrai trovare fautori, ottenere una copertura mediatica partendo dai media più specifici e catturare l'attenzione del tuo pubblico prendendo una posizione ben definita.
Ricorda che una campagna di marketing implica due dati fondamentali:

  1. quanto vale per te un cliente (CLV - Customer Lifetime Value)
  2. quanto costerà acquisire un cliente tramite la pubblicità (CPA - Costo Per Acquisizione)

Il marketing è l'arte di allocare risorse e trasmettere movimento alla macchina evitando di farla girare a vuoto. Investi in una strategia finché produce risultati, poi passa alla successiva!

La Piattaforma

La Piattaforma è l'insieme di persone che rappresenta il tuo seguito.
Possono essere parte della tua lista di contatti e-mail, follower su FB o Instagram, l'importante è che si dimostrino interessati a ciò che fai.
Come dice Kevin Kelly hai bisogno di 1000 veri fan che compreranno ciò che fai, così da avere la disponibilità di reddito per continuare a creare le tue opere.
Costruire una piattaforma, una lista di contatti è un valore inestimabile e devi farlo il prima possibile. Come? Fai networking, offri qualcosa di gratuito, dimostrati prezioso e disponibile, in modo che un giorno il favore potrebbe esserti restituito.
Per il lancio non devi avere fretta, perché richiede tempo, almeno tanto quanto ne hai dedicato alla creazione della tua opera.
Solo perseverando perché credi davvero in ciò che hai creato riuscirai a creare il tuo impero. E se hai anche un pizzico di fortuna, non guasta.

Conclusioni

Il libro si legge veloce e la lettura è piacevole. 
Ci sono tanti divertenti esempi concreti, della serie: 

  • Come Tim Ferriss ha venduto milioni di copie dei suoi libri.
  • Come gli Iron Maiden riempiono gli stadi con i loro concerti (a 40 anni dalla fondazione della band) con una copertura mediatica quasi inesistente.
  • Quali strategie si celano dietro il successo di Winston Churchill e Lady Gaga.

Vorrei chiudere riassumendo un concetto fondamentale.

Il marketing è un amplificatore del tuo prodotto. Se il tuo prodotto è scadente il marketing ti porterà solo più velocemente alla rovina. Prendine atto e prima di lanciarti nella promozione chiediti onestamente se ne vale la pena.

Share Button
Share Button

About the Author Matteo Landi

Esploratore convinto di percorsi di significazione e conversione. Ama creare Valore per l'utente finale. Web marketer, umile operatore del web e appassionato curioso di funnel altrui.

follow me on:

Leave a Comment:

Loading Facebook Comments ...