Pinterest e la comunicazione visiva

Share Button

power-pinterest

 

Quando i naviganti del web esplorano i siti internet in cerca di informazioni rilevanti per i loro interessi sono maggiormente predisposti a condividerle con gli utenti delle loro cerchie se trovano contenuti pertinenti, coinvolgenti e originali.

Presentare nel migliore dei modi i propri contenuti di qualità aiuta a raccontare meglio i prodotti/servizi offerti, a valorizzare i punti di forza rispetto alla concorrenza, e ad ampliare la propria nicchia di follower.

Uno dei modi più “potenti” per promuovere i contenuti di qualità consiste nell’usare la comunicazione visiva, quella comunicazione che sfrutta allo stesso tempo immagini, colori e componenti testuali.

La comunicazione visiva ha infatti il vantaggio di far percepire all’utente sensazioni e stati d’animo in maniera più semplice e più veloce rispetto al solo testo.

Più del 50% del nostro cervello è costantemente coinvolto nel processo di elaborazione visiva, e il 70% dei recettori sensoriali sono nei nostri occhi!

Ecco perché coglie più rapidamente i messaggi inviati attraverso le immagini.

In tema di social networks, la comunicazione visiva è ancora più importante. Io per prima sono più propensa a condividere immagini che mi suscitano emozioni, piuttosto che un contenuto esclusivamente testuale.

A tal proposito, se non hai ancora pensato di inserire Pinterest nella tua strategia di Social Media Marketing, è ora di fare la sua conoscenza.

Come funziona Pinterest

Facciamola semplice: Pinterest è una vetrina virtuale.
Certo, anche un sito e-commerce è una vetrina virtuale.
Pinterest però è di più… diciamo una social-vetrina! Un canale multimediale parallelo al tuo sito per diffondere viralmente i tuoi contenuti.

guida

 

Sì, perchè l’aspetto social di Pinterest è la sua estrema viralità.

Infatti, se non tutti riescono a trovare subito il tuo e-commerce su Google (magari perché non sei ancora posizionato ai primi posti, oppure perché nel tuo settore la concorrenza è stellare), con Pinterest hai la possibilità di far diventare virali i tuoi contenuti.

A differenza di Facebook e Twitter, che si basano sui contenuti della tua rete di amici e/o contatti, Pinterest è una rete sociale composta da persone che si riuniscono intorno a temi di interesse, ed è quindi un superbonus per segmentare il tuo pubblico e mirare dritto dove ti serve.

Sembra che Pinterest sia persino migliore di Facebook quando si tratta di convertire il traffico in una vendita reale, come si può notare dalla seguente infografica

guida

Di certo se il tuo scopo è quello di vendere beni di consumo, sei tra gli utenti che potranno beneficiare maggiormente delle possibilità di Pinterest!

E allora, quali sono i primi passi per entrare a far parte della social vetrina Pinterest?

1.CREA UN PROFILO BUSINESS PER VENDERE I TUOI PRODOTTI

Prenditi del tempo per creare foto dei tuoi prodotti che siano accattivanti ed emozionali.

Un contenuto di qualità suscita emozioni, è facile da ricordare e fa venire voglia di condividerlo, vero, ma bisogna prima leggerlo!
Un’immagine valida esplode le stesse caratteristiche all’istante.

Crea delle boards suddivise per argomento/tipologia di prodotto, in modo da avere una distribuzione organizzata dei contenuti e guidare gli utenti verso una specifica area che vuoi mettere in evidenza.

rich-pin

Usa l’opzione rich pins
Quando gli utenti di Pinterest trovano qualcosa che amano su Pinterest, spesso vogliono interagire, o comprare.

Pinterest mette a disposizione i “rich pins” , che permettono di includere dettagli personalizzati, come prezzi, disponibilità, recensioni di film e ingredienti.
Basta aggiungere dei meta tag sul tuo sito per integrare questa funzione, seguendo le istruzioni che Pinterest mette a disposizione QUI (semplicissime da seguire!)

2.INCLUDI LINK AL TUO SITO WEB

Includi sempre dei link di rifermento al tuo sito nei pins; in fondo è lì che vuoi portare gli utenti.

Un link al tuo sito web non solo rafforzerà il legame tra l’immagine pinnata e il tuo marchio, ma permetterà anche di aprire un percorso diretto per acquistare dal tuo sito o saperne di più sui tuoi servizi.

3.USA LE PAROLE CHIAVE

Ogni pin ha la possibilità di aggiungere un testo descrittivo di 500 caratteri….Che fai non lo usi??

Certo, l’immagine è la vera protagonista, ma due righe di “contorno” non gliele vogliamo mettere?

  • Includi una descrizione breve ma completa alle tue immagini;
  • usa termini che gli utenti possano ricordare e che siano correlati al tuo prodotto, aggiungi link al prodotto o a contenuti correlati sul tuo sito;
  • aggiungi di istruzioni per l’uso del prodotto o una descrizione dettagliata delle sue caratteristiche;
  • aggiungi testo alle immagini aumenta anche il tasso di coinvolgimento degli utenti (studi dimostrano infatti che la maggior parte dei re-pin riguarda foto che hanno una descrizione tra le 200 e le 310 parole);
  • usa parole chiave che ti permettano di essere incluso più facilmente nelle ricerche di Pinterest;
  • usa gli Hashtag: eh già…proprio come Twitter e Google+ infatti, Pinterest supporta l’utilizzo di hashtag. Gli utenti possono utilizzare hashtags per etichettare le loro foto e rendere il loro contenuto più facile da trovare.

4.CREA BACHECHE CONDIVISE AGLI UTENTI

Permetti agli utenti di contribuire con i propri pin ad alcune delle tue bacheche. Questa opzione di Pinterest è una grande opportunità per coinvolgere fan e clienti nelle tue campagne di marketing.

E adesso, sei pronto a diventare un super pro di Pinterest?

Oppure… sei già un pro e hai qualche consiglio o dritta da darci?

Share Button

About the Author Matteo Landi

Esploratore convinto di percorsi di significazione e conversione. Ama creare Valore per l'utente finale. Web marketer, umile operatore del web e appassionato curioso di funnel altrui.

follow me on:

Leave a Comment:

Loading Facebook Comments ...