Landing page: il tuo strumento di marketing sul web

Share Button

Wireframe di una landing page ideale

Quante volte avrai sentito parlare di “landing page”? Infinite, questo è certo. Ma siccome l’argomento è vasto cerchiamo di partire dalle basi per chiarire l’importanza cruciale di una landing page per le tue campagne di marketing sul web.

Landing page: le basi


Che cos’è una landing page?
Landing page vs. Homepage.
A cosa mi serve una landing page?
Coerenza del messaggio.


Cos’è una landing page?

Una landing page (letteralmente: “pagina di atterraggio”) è quella pagina sulla quale il navigatore del web giunge dopo aver cliccato su una qualsiasi call to action. La tipologia di landing page che ci interessa approfondire in questa sede è quella delle landing pages dedicate a una campagna di promozione specifica.
Si tratta infatti di una pagina completa di tutti i dettagli utili a raggiungere i propri obiettivi di marketing, senza legami al tuo sito web. L’unica via di accesso a questa tipologia di landing page sarà il link che deciderai di inserire in uno dei tuoi contenuti della campagna di marketing (per esempio una call to action all’interno di una newsletter).
Puoi creare una landing page con due scopi:

  1. per generare potenziali clienti;
  2. per coinvolgere i clienti prima di proporre loro il prodotto che vuoi vendere.

Questi scopi differenti ci portano a creare due landing differenti, ovvero una lead generation page e una click-through page.

Lead generation page

L’informazione più utile che puoi ottenere da una lead generation page è l’indirizzo email del tuo lead o potenziale cliente. Grazie alla mail potrai instaurare un rapporto di comunicazione consensuale, che ti potrà permettere di trasformare il lead in cliente.
Vediamo un esempio di lead generation page, con tanto di form di richiesta dati, in cambio di valore aggiunto, in questo caso un e-book.

Lead generation page

Click-through page

click-trough-page
Una Click-through page è creata per fare da tramite tra quello che vuoi vendere e l’obiettivo di marketing che vuoi raggiungere. Il suo scopo è infatti quello di invogliare l’utente a comprare il tuo prodotto/servizio specifico.

Molto usata nei siti e-commerce, la click-through page presenta informazioni utili al potenziale acquirente online, preparandolo all’acquisto, prima di condurlo allo step successivo nell’imbuto della vendita – solitamente alla pagina “carrello”.

Vediamo sotto un esempio di click-through page.
Immagini del prodotto, video e vantaggi che il prodotto porterà all’utente sono leve utili per convincere il navigatore a cliccare il bottone della call-to-action.

Rekup

Le Landing pages non sono collegate al tuo sito web e sono create solo per ricevere traffico dalla tua campagna di promozione. Questa separazione permette a queste pagine di essere focalizzate su un singolo obiettivo, così da semplificare il processo di creazione dei dati di analytics, reporting e testing.
Ricorda quanto segue:

Landing page dedicata vs. Home page

Prova a confrontare la tua home page con una landing page. Sono state create con obiettivi differenti.
La Home page è la presentazione del tuo marchio aziendale o di te stesso e dei tuoi valori. Generalmente è pensata con link che portano ad altre aree del sito in funzione delle tue aree di attività. Viene concepita per incoraggiare l’esplorazione del sito stesso.

Una landing page viene creata con uno scopo unico.

Immagina la tua pagina di atterraggio come un secchio creato apposta per raccogliere acqua, bene, i link presenti su di essa sono fori nel secchio. Ogni link presente sulla tua pagina che non sia orientato al tuo obiettivo di conversione è una distrazione, che farà perdere di efficacia il tuo messaggio e ridurrà il tuo tasso di conversione.

Rekup

Rimuovi tutti i link dalle tue landing pages in modo che i tuoi utenti possano compiere un’azione soltanto: cliccare la tua call-to-action.

A cosa mi serve una landing page?

I potenziali usi delle pagine di destinazione sono quasi illimitati, ma gli esempi più comuni sono i seguenti.

A) Per raccogliere informazioni personali (generare contatti) in cambio di:

  • Rapporti/White paper con statistiche rilevanti.
  • Ebook con guide specifiche su particolari aspetti del proprio settore.
  • Newsletter con suggerimenti relativi alla propria materia di competenza.
  • Podcast, per chi ama imparare ascoltando.
  • Checklist per guidare i propri utenti passo passo nel lavoro.
  • Iscrizione al Blog per ricevere gli ultimi contenuti in tempo reale via e-mail o RSS.
  • Registrazione ai Webinar per sessioni online dal vivo, spesso su modelli di domanda/risposta con esperti.
  • Presentazioni o sessioni registrate, tra cui video o diapositive.
  • Servizi di consulenza web o appuntamenti per coloro che desiderano richiedere i vostri servizi.
  • Un corso online creato e inviato nel corso di un certo periodo di tempo.

B) Per mantenere caldi i prospect prima di farli procedere nel processo di conversione verso

  • l’cquisto del tuo prodotto o servizio online;
  • la conversione in clienti o in membri del tuo business sulla rete;
  • una delle modalità di cattura del lead elencate al punto A, nel caso tu voglia usare una pagina introduttiva prima di mandarli alla tua landing page con il form per la lead generation.

Rekup

Una landing page dovrebbe rispondere alle esigenze della tua campagna di marketing. Ricorda di non iniziare mai senza una landing page.

Il potere della coerenza del messaggio

La coerenza del messaggio (Message match in inglese) è una parte essenziale del successo di una landing page. Quando parliamo di coerenza del messaggio intendiamo l’efficacia della pagina di destinazione nel rafforzare e completare il messaggio presentato sul link cliccato per raggiungere la pagina stessa. I navigatori web vanno di fretta e lasceranno la tua pagina immediatamente dopo il loro arrivo se non rafforzerai il loro intento iniziale con un titolo chiaro e corrispondente a quello del link di partenza.
Nell’esempio seguente puoi confrontare due esempi di ottima e pessima corrispondenza del messaggio in una landing page usata per una campagna pay-per-click:

Corrispondenza del messaggio pessima
Messaggio della call to action: Ottieni ora un 50% di sconto su Landing pro.
Titolo della landing page: Benvenuto sul sito di e-max!

Corrispondenza del messaggio ottima
Messaggio della call to action: Ottieni ora un 50% di sconto su Landing pro.
Titolo della landing page: Ottieni ora un 50% di sconto su Landing pro, servizio di e-max.it!

Creando una coerenza del messaggio forte, comunichi al visitatore che ha fatto un buon click.

D’altra parte una corrispondenza del messaggio debole porterà a una maggiore frequenza di rimbalzo e a un calo nel tasso di conversione.

Ricorda infine la coerenza anche nel design, quando porti gli utenti a una landing page da un banner, poiché questa connessione visiva sarà d’aiuto nel rinforzare l’intenzione dell’utente.

Massimizza la “conversion scent”

Come traduciamo “conversion scent”? Profumo di conversione. Lo so è orribile (ma anche “scia” non è certo migliore). Il concetto comunque è sempre il medesimo della coerenza del messaggio, ovvero di rendere evidente al navigatore web la connessione forte tra la tua fonte dell’informazione e la tua pagina di conversione.
Nel video qui sotto, Rand Fishkin, CEO di MOZ.com, ci illustra alcuni esempi per spiegare al meglio questo concetto:

Rekup

Più il titolo della tua pagina di destinazione sarà correlato alla call to action sulla quale cliccano i tuoi utenti più questi sapranno che la tua landing page rappresenta ciò che stavano cercando.
Un modo intelligente per essere sicuro di creare una forte coerenza nel messaggio è scrivere il testo della call to action della tua pubblicità su un foglio di quaderno, e nella pagina successiva aggiungere il testo della headline della tua landing page.
Osserva il testo della tua pubblicità. Ora volta la pagina.
L’esperienza del tuo processo veicola un messaggio coerente?


Fonte: Landing Page Conversion Course, di Oli Gardner, co-fondatore di Unbounce.


  • Aumenta le tue conversioni online

    Focalizza le tue campagne di marketing online su obiettivi specifici e converti i tuoi lead con landing pages mirate.

    Scopri Landing Pro di e-max
Share Button

About the Author Matteo Landi

Esploratore convinto di percorsi di significazione e conversione. Ama creare Valore per l'utente finale. Web marketer, umile operatore del web e appassionato curioso di funnel altrui.

follow me on:

Leave a Comment:

3 comments
Le 5 caratteristiche di una landing page efficace says 05/02/2015

[…] precedente abbiamo risposto alla domanda “che cos’è una landing page?”. Oggi scopriamo gli elementi che combinati fra loro formano una landing page […]

Reply
Form di contatto efficaci per convertire i tuoi lead says 05/03/2015

[…] creare landing page efficaci bisogna sapere anche come creare form efficaci. Lo scopo principale di un form di contatto è di […]

Reply
Copywriting: come scrivere una landing page efficace says 19/03/2015

[…] parole sono gli elementi più importanti da considerare quando crei una landing page, infatti sono la prima cosa che i tuoi utenti leggono e fungono da spinta finale nel loro percorso […]

Reply
Add Your Reply

Loading Facebook Comments ...