ico social tw  ico social fb  ico social gplus  ico social linkedin  ico social pinterest  ico social feed

Content Marketing & Copywriting: la coppia perfetta

Content Marketing e Copywriting: l’accoppiata vincente

Scritto da matteo on . Postato in Web Agency

Share Button

Content Marketing & Copywriting: la coppia perfetta

Content Marketing significa creare e condividere contenuti di valore gratuiti per attrarre e convertire prospetti in clienti, e i clienti in acquirenti abituali.

Il tipo di contenuto che condividi è strettamente correlato a ciò che vendi. In altre parole, stai educando le persone a conoscerti, apprezzarti e riporre fiducia in te, quel tanto che basta per fare affari con la tua azienda.

Se sei interessato a fare marketing per il tuo business online non puoi non aver sentito parlare del content marketing. È ovunque, lo sai.

  • Sai che le persone non vogliono pubblicità, mentre decidono sugli acquisti da compiere; vogliono piuttosto informazioni utili.
  • Sai che chi compra vuole e cerca assiduamente contenuti, e sono i contenuti utili che Google vuole posizionare bene nei risultati di ricerca, in modo che i navigatori possano trovare il tuo business.
  • Sai che è sempre il contenuto che si diffonde sui social networks, generando potenti passaparola.
  • Sai che il contenuto è il modo migliore per ottenere ciò che l’advertising dovrebbe ottenere, ma non sempre ottiene, ovvero portare le persone a conoscere, apprezzare e avere fiducia nel tuo marchio.

Sai tutto questo, ma forse stai anche pensando…

E allora?

A cosa serve il content marketing per il mio business?

A proposito dei vantaggi del content marketing e le sue caratteristiche, esistono molti modi di generare profitto con i contenuti: blogging, video tutorial, newsletter, white paper, report gratuiti… nonostante ciò, ancora molte persone sono confuse sul loro impiego.

Ricorda, il contenuto guida Internet, e i consumatori sono alla ricerca di informazioni che risolvano i loro problemi, non vogliono un posto dove acquistare alla cieca.

La fiducia, la credibilità, l’autorevolezza che il content marketing crea abbattono la reticenza all’acquisto, fornendo al contempo una base introduttiva ai vantaggi di un particolare prodotto o servizio.

Le persone o i business che stanno ottenendo il maggiore successo online sviluppano molti contenuti che non sono solo orientati alla vendita, mixandoli con messaggi promozionali periodici.

Vediamo come fare…

Qual è la differenza tra Content Marketing e Copywriting?

Dal punto di vista del marketing tradizionale, la risposta a questa domanda è semplice.

Il Content Marketing è la creazione di contenuti di valore, finalizzati a un obiettivo di vendita.

Per esempio, la mia azienda crea un report molto approfondito, e te lo offre in cambio della tua email e del tuo permesso a scriverti in merito ai nostri servizi.

Il Copywriting è inteso come un’arte della persuasione, che vuole portare il lettore a compiere un’azione specifica.

A volte questa azione può essere una vendita, ma può essere altresì la conferma a una richiesta di email per l’invio della newsletter, una chiamata per richiedere maggiori informazioni, o anche l’azione fisica di recarsi al negozio sul territorio per vedere la merce d’interesse.

Un piano di Content marketing comprende articoli del blog, pdf di approfondimento, video virali, slide visuali, ecc.

Il Copywriting comprende le pagine orientate alla vendita, le informazioni commerciali, le mail dirette.

Due mondi separati, giusto?

Sbagliato!

Il contenuto senza il copywriting è fatica sprecata.

Esistono molti blog con ottimi contenuti, ma con un numero limitato di lettori.

Se scrivi contenuti validi che le persone vorrebbero leggere, ma non ottieni il traffico che vorresti, allora il tuo copywriting è inefficace.

Copywriting inefficace: elementi distintivi

Titoli scritti a caso

Potrebbe darsi che i tuoi titoli siano noiosi e non diano alle persone alcuna ragione per cliccare sul tuo contenuto. Oppure potrebbero essere pure troppo intelligenti, mostrando sì quanto sei sveglio, ma senza comunicare alcun beneficio al lettore.


Vuoi sapere come scrivere titoli efficaci?

Ecco per te il piccolo bignami delle headline per blog post di Valentina Falcinelli (Pennamontata).

E puoi dare anche un’occhiata al mio articolo su come aumentare le conversioni delle tue landing page.


Nessun beneficio

Come un prodotto deve offrire un beneficio a chi lo compra, il tuo contenuto deve dare una qualche ricompensa ai tuoi lettori, o non torneranno più.


Ecco una bella sfilza di consigli per creare contenuti di qualità per i lettori dall’ottimo Daniele Imperi, aka Pennablu.


Mancanza di fiducia

Puoi ottenere attenzione dal tuo pubblico sui social media postando gattini, scrivendo cagate o trollando tutti, ma l’attenzione non si tramuta poi in clienti e iscritti.


Se vuoi approfondire il tema ti consiglio l’articolo di Riccardo Esposito su come creare fiducia attraverso i contenuti.


Assenza di convalida sociale (social proof)

Devi far leva sulle testimonianze per mostrare ai tuoi lettori che il tuo blog è un posto figo da frequentare. Se altri dicono che è bello, allora sarà più semplice coinvolgere più persone.


Ti segnalo in merito il post di Simona Tovaglieri su come usare la convalida sociale nelle tue azioni di marketing.


Dove hai messo la call to action?

Niente scuse, devi avere una chiara e specifica call to action, che indichi alle persone cosa vuoi che facciano. Possono iscriversi al tuo blog per ricevere le ultime news, fare la stessa cosa per la newsletter, condividere il tuo contenuto sui social network.

Ricorda, il copywriting è l’arte di convincere il tuo lettore a compiere un’azione mirata. (E sì, è sempre copywriting anche in un podcast o in un video… sempre che sia fatto bene).

L’uso consapevole delle tecniche di copywriting sul tuo blog porteranno i tuoi lettori a iscriversi ai tuoi contenuti o a condividerli con altri lettori.
Ecco come costruire un pubblico ampio e affezionato.


Scopri come scrivere CTA efficaci per aumentare le conversioni.


Quindi tutto è copywriting?

Usare in modo giusto le tecniche di copywriting ti porterà automaticamente nell’albo dei blog più popolari al mondo?

No, purtroppo.

Se impacchetti e vendi al meglio la cacca (sì, ho detto “cacca”), ciò stai facendo è dire a tutti quanto la tua cacca puzzi. Non è proprio il risultato che vuoi ottenere.


Interessante è distinguere tra contenuti di qualità e contenuti di valore. Per questo ti rimando alla lettura del post di Davide Pozzi (Tagliaerbe): Come Deve Essere un Contenuto? Unico e di Valore!


Come realizzare un marketing dei contenuti efficace

Tenendo a mente queste linee guida:

1. La generosità è sexy

Sei sulla buona strada quando offri un contenuto gratuito talmente figo che ti vengono i rimorsi perché forse a pagamento te lo compravano pure.

2. Solo ai pubblicitari piace la pubblicità

Se il tuo contenuto sembra una pubblicità sarà velocemente skippato o cestinato.
Componi qualcosa che sia immediatamente comprensibile (anche per quanto riguarda un contenuto visivo), e che al contempo faccia pubblicità al tuo business.


Dici che non si può fare? Allora dai un’occhiata al glossario di Moz sugli elementi aggiuntivi alla SERP. Non ti viene voglia di usare il loro servizi dopo tutta quella fantastica lista? A me sì.


3. Scrivi per le persone prima di tutto

La copywriting SEO può essere molto efficace, sempre che tu non commetta l’errore di scrivere per il motore di ricerca.

Scrivi sempre per le persone, poi ottimizza i contenuti lato SEO per farti trovare da più lettori.

E ovviamente ricorda:

Questo non significa che tu debba dimenticarti dei link, anzi. Quando userai le tecniche di link baiting avrai in mente ciò di cui le persone possono avere bisogno.

In questo modo potrai creare un marketing dei contenuti che spacca.

I tre principi di un content marketing XXL (ExtraLusso;-)

Dimentica “content is king”.

Se vuoi che la tua azione funzioni focalizza la tua attenzione su questi 3 punti.

1. Dona ai tuoi lettori un biscottino

Dai una ricompensa ai tuoi lettori

Qual è il modo migliore per addestrare un cagnolino?
No, credo che farlo ubriacare non sia la soluzione migliore;-)

Dagli un croccantino e una carezza sulla testa ogni volta che fa quello vuoi. Dopo una bella serie di biscottini e carezze inizierà a pensare che sedersi a comando è una sua idea. Gli piaci, si fida di te, e si siede quando gli dici di farlo perché gli conviene.

Il tuo contenuto deve funzionare allo stesso modo. I contenuti di alta qualità portano i tuoi lettori a rimanere sempre connessi con il tuo lavoro.

Questo significa che ogni riga che scrivi per loro deve aiutarli a risolvere un problema (vedi il blog di Aranzulla) o deve coinvolgerli (un buon modo potrebbe essere quello di raccontare una storia, con uno storytelling efficace). Meglio se fa entrambe le cose.

Quando il tuo pubblico di riferimento riceve del materiale da te, questo deve farli sentire soddisfatti. Ogni cosa che gli regali deve essere un biscotto che li premia perché ti seguono.

Quando lo fai in maniera consistente, il tuo contenuto diventa per i tuoi lettori una consuetudine da non perdere.

Appena vedranno il tuo nome nella mail o sui social ci cliccheranno sopra, già consci del fatto che qualcosa di interessante è lì per loro.

Come dici? C’è una massa sempre crescente di contenuti? Certo, ma anche tanta fuffa inutile.

Il tuo pubblico ha solo voglia di qualcuno che gli dia i biscottini giusti…

2. Trova la tua dimensione per avere successo

Trova la tua dimensioneEsprimi quello che sei, senza finzioni, ma nemmeno con eccessi di ego.

Ammetti gli errori, ascolta i consigli, cerca di essere umile, ma entusiasta del tuo lavoro.

Paul Newman diceva

always take your work seriously; never take yourself seriously.

Chi ti segue vuole che tu sia preparato su quello che vendi, ma vuole anche poter interagire, senza troppe formalità. L’accessibilità è interazione, l’interazione è sviluppo.

3. Vendi con criterio

Ricorda che il tuo obiettivo non è vendere OGGI disperatamente, come uno strillone del mercato ortofrutticolo.

Al contrario, stai mettendo in piedi una rete di contenuti che generi non una vendita oggi, ma un numero crescente di vendite nel tempo.

Sfrutta i tuoi contenuti per eliminare eventuali reticenze che potrebbero frenare l’acquisto di tuoi potenziali clienti.

Usali per raccontare casi reali di persone che hanno beneficiato dei tuoi prodotti.

Cerca di creare un bisogno nel tuo pubblico di riferimento, a partire dai tuoi punti di forza.

I venditori di successo ti direbbero che il cliente ha bisogno di conoscere, apprezzare e di avere fiducia in te prima di procedere all’acquisto.

Ecco perché il content marketing è così efficace.

Sono i contenuti di qualità che ti fanno guadagnare il tempo necessario ai tuoi lettori per convincersi nella scelta. Quindi dedicaci tempo, instaura la relazione, poi proponi la vendita. L’equilibrio è molto delicato. Sperimenta, analizza i risultati e riprova.

Con la giusta combinazione di content marketing e copywriting potrai ottenere grandi soddisfazioni.


Bene! Se questo articolo ti ha ispirato in qualche modo condividilo o metti un +1, una piccola fatica per un grande impegno;-) Mi piacerebbe sapere anche la tua idea sul binomio content marketing & copywriting, scrivimi qui sotto nei commenti. Grazie e al prossimo post!


Fonte: articolo liberamente tradotto da Content Marketing (How to build an audience that builds your business) di Sonia Simone.

Share Button

Tags: ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Loading Facebook Comments ...