Modifiche all’algoritmo di Google nel 2014

Share Button

Cartello di una scuola per valanghe sulla neve fresca. Come gli aggiornamenti di Google nel 2015

Ogni anno Google, il motore di ricerca più famoso e usato al mondo, apporta una numerosissima serie di modifiche al proprio algoritmo di ricerca, alcune note, altre meno, i cui effetti variano da Paese a Paese. Alcuni di questi cambiamenti non sono molto rilevanti, altri invece come Hummingbird, Panda o Penguin portano a delle vere e proprie rivoluzioni nel mondo del web e della SEO.

Per coloro che aspirano a orientarsi nella giungla digitale, conoscere le date e le principali modifiche dell’algoritmo di Google è di fondamentale importanza: la consapevolezza di questi aspetti, infatti, può aiutare a comprendere il perché di eventuali crolli nel ranking delle proprie pagine web e delle fluttuazioni relative al proprio traffico organico.
Essendo ormai giunti all’ultimo mese dell’anno, è possibile fare una sorta di cronostoria di quelli che sono stati gli aggiornamenti più importanti che Google ha messo in atto nel corso del 2014.

Cronologia degli aggiornamenti di Google nel 2014

“Top heavy” – Febbraio

Google modifica l’algoritmo relativo al layout delle pagine web, anche detto “top heavy”: inizialmente lanciato a Gennaio 2012, ha come obiettivo quello di abbassare il ranking delle pagine web contenenti troppa pubblicità above the fold (ovvero nella parte alta della pagina immediatamente visibile, prima di effettuare lo scroll con il mouse).

Payday loan 2.0/3.0 – Maggio/Giugno

Verso la metà di Maggio, Google aggiorna il proprio algoritmo “Payday loan” (la versione precedente era di Giugno 2013), nato per penalizzare fortemente le ricerche spammose. Un mese dopo esce la versione 3.0, che coglie di sorpresa un po’ tutti. Da dichiarazioni ufficiali sembra che la versione 2.0 in realtà penalizzasse siti specifici, mentre la 3.0 si concentrasse effettivamente sulle ricerche spammose. La portata sembra essere limitata, con una percentuale di impatto sulle query USA nell’ordine dello 0,3%, per intenderci.

Panda 4.0 – Maggio

Solo pochi giorni dopo, Google conferma l’uscita di un aggiornamento importante di Panda, che include, nello specifico, sia un cambiamento relativo all’algoritmo sia un refresh dei dati. Secondo stime ufficiali avrebbe coinvolto circa il 7,5% delle ricerche totali in lingua inglese. Niente male.

Pigeon – Luglio

Nel Luglio 2014, invece, ecco che allo zoo si unisce Pigeon (il piccione), nell’ottica di creare legami ancora più forti tra l’algoritmo locale e gli algoritmi principali. Effettivamente sembra che questo aggiornamento abbia causato forti alterazioni di molti risultati locali; di sicuro ha aperto numerosi dibattiti sulla possibile diminuzione del local pack (box di risultati estratti dall’indice local, vedi questa discussione) per categorie come le agenzie immobiliari.

Aggiornamento HTTPS/SSL – Agosto

Il mese di Agosto, invece, è stato caratterizzato dall’obiettivo da parte di Google di dare maggior spazio ai siti più sicuri, introducendo l’HTTPS come fattore di posizionamento. Sul blog ufficiale di Google per i Webmaster si specifica che il peso di questo fattore rimarrà leggero (sicuramente meno importante dei contenuti di qualità), ma col tempo potrebbe crescere di valore. E se invece l’HTTPS fosse più che altro utile per rintracciare il “traffico ombra” che ad oggi va perduto? Vedremo…

Rimozione dell’Authorship – Agosto

Ad Agosto John Mueller annuncia la fine dell’Authorship che si attribuiva tramite Google+, dopo averci fatto illudere della sua enorme importanza. Già a fine Giugno erano state rimosse le “iconcine autore” (ovvero i rich snippet) da tutti i risultati del motore di ricerca. Grande disappunto nel mondo SEO.

Panda 4.1 – Settembre

Nuova modifica significativa di Panda che migliora il filtro dell’algoritmo in funzione dei feedback di utenti e webmaster. Vengono penalizzati i siti con contenuti di scarsa qualità e valorizzati anche siti medio-piccoli ma con contenuti di alto valore.

Box “In the news” – Ottobre

Il mese di Ottobre, infine, è uno dei più ricchi in fatto di cambiamenti: in primis, infatti, Google ha provveduto ad inserire nei risultati delle ricerche un riquadro in cui sono poste in evidenza le ultime notizie, non solo prese da Google News, ma anche da altri siti particolarmente meritevoli. In Italia è attivo dal 5 Dicembre.

Penguin 3.0 – Ottobre

Il 17 Ottobre esce l’aggiornamento di Penguin alla versione 3.0, più di un anno dopo il precedente update. L’uscita non avviene in una data precisa, ma lungo un arco temporale di varie settimane. L’impatto è limitato, inferiore all’1% delle ricerche ENG/USA.

Pirate 2.0 – Ottobre

Obiettivo primario: quello di combattere la pirateria, in particolare relativa alla riproposizione illecita di software e contenuti digitali.

Penguin Everflux – Dicembre

Secondo una fonte non svelata in questo articolo di SEL Google ha iniziato a mantenere Penguin in continuo aggiornamento, ne vedremo delle belle?

Intanto buon Natale e buon capodanno;-)


Fonte articolo: http://moz.com/google-algorithm-change

Share Button

About the Author Matteo Landi

Esploratore convinto di percorsi di significazione e conversione. Ama creare Valore per l'utente finale. Web marketer, umile operatore del web e appassionato curioso di funnel altrui.

follow me on:

Leave a Comment:

Loading Facebook Comments ...