I segreti di Google+: 6 modi creativi per guadagnare +1

Share Button

GOOGLEPLUS CREATIVE TIPS

Se facciamo una ricerca su google digitando “Googleplus“, troveremo milioni di risultati che ci spiegano quali e quanti (DAVVERO TANTI!) sono i vantaggi dell’utilizzo di questa piattaforma per il vostro brand, ma anche per il vostro PERSONAL branding.
Per un novizio di questa piattaforma, sono tutti dei #mustread, e anche noi in questi mesi ne abbiamo parlato in tutte le salse!

Abbiamo visto cosa sono le cerchie, le community, cosa si fa e COSA NON SI FA SU GOOGLEPLUS, abbiamo parlato dell’utilità di GoogleLocal per la Local Seo, e dell’importanza dell’attribuzione dell’Authorship per il ranking dei contenuti.

Oggi, sull’onda della creatività, voglio condividere con voi altri modi alternativi di sfruttare questa piattaforma!

1. CREA ALBUM FOTOGRAFICI TEMATICI

Lo sai già, le tue foto su Googleplus possono essere raccolte in album fotografici, e gli album condivisi in un post.
Quali e quanti modi creativi puoi trovare per utilizzarli? Te ne indico solo alcuni:

  • racconta una storia: la tua azienda si sta impegnando in un nuovo progetto? Gli scatti più divertenti o significativi li puoi raccogliere in un album e condividerli con il tuo pubblico, per renderlo partecipe della tua iniziativa! Più storytelling di così 🙂
  • crea un album di ricette: sei una food blogger? Tieni corsi di cucina online? Crea degli album fotografici tematici dove tutti possono vedere le tue creazioni finite, e nella descrizione inserisci lo shortlink alla pagina del tuo blog con la ricetta completa!
  • presenta un menù fotografico: ristoratore, ecco un ottimo modo per presentare le tue specialità culinarie!
  • fornisci istruzioni e tutorial: le foto le puoi usare per tutto! Quante volte mi hanno chiesto dei piccoli manuali di istruzioni con degli screenshots a prova di imbranato per capire meglio il procedimento da seguire? Beh, perché non farlo con Googleplus? Se i passaggi sono pochi, puoi utilizzare un unica gif animata, ma se cominciano a diventare molti, meglio raccogliere i passaggi in un album, corredando le foto di brevi descrizioni dei singoli passaggi!
  • implementa gallery fotografiche per alberghi e locations: la prima cosa che vado a vedere quando scelgo un posto per le vancaze sono le foto (..e dopo le recensioni!). Se sei una struttura alberghiera (ma anche un piccolo albergatore), su Googleplus puoi integrare tantissimi vantaggi – dalla Local Search, al servizio di recensioni, all’organizzazione di eventi. E allora, integra anche le photogallery! Puoi presentare le camere, le foto della struttura e dei dintorni, ma anche alcuni scatti relativi alle attività esterne che proponi, cosicché tour guidati, gite in barca, e passeggiate a cavallo diventino dei veri foto album che raccontano le storie di chi si è divertito grazie a te!

Untitled design (1)

2. USA GLI HANGOUT PER TOUR VIRTUALI

Avevamo già parlato dei 7 meravigliosi modi di utilizzare Google Hangout per il proprio business.

Oggi ne aggiungo un altro, e ti dico che Hangout è perfetto per creare dei tour virtuali, che possono essere visualizzati in tempo reale con Hangout on Air, o registrati per condividerli e visionarli in futuro.

Le possibilità? Anche qui, infinite!
Sei un agente immobiliare? Puoi far fare al tuo cliente che abita lontano un tour in diretta della villa che vorrebbe comprare.

Sei un artista? Offri ai tuoi fans un tour virtuale del backstage del tuo prossimo concerto!

Sei un brand? Condividi la tua storia! Come ha fatto Coca Cola qualche anno fa, organizzando un Hangout on Air nel quale ha presentato ai suoi fans un tour virtuale degli archivi, regalando un “dietro le quinte” davvero memorabile!

3. ENTRA IN MODALITA’ PARTY

Lo sapevi che gli eventi creati in Google Plus dispongono di una funzione di condivisione di foto built-in chiamata “Party Mode”?
Se organizzi un evento collettivo, devi per forza attivarla! In questo modo, permetterai a tutti i partecipanti al tuo evento di caricare automaticamente le proprie foto o video in un singolo “punto di raccolta” (il tuo evento) a cui tutti possono accedere.

I partecipanti al tuo evento che hanno risposto “Sì” al tuo invito, riceveranno una notifica che chiede loro di attivare la modalità Party quando inizia l’evento.
L’effetto ECO è garantito!

4. INVIA LE TUE NEWSLETTER

Ebbene sì, Riccardo Esposito e Salvatore Russo mi hanno svelato che Googleplus si può utilizzare ANCHE per inviare le newsletter al proprio pubblico!

Utilizza le cerchie per segmentare il tuo pubblico, e crea dei post con contenuti interessante da condividere con la tua cerchia “newsletter”, inviando al tempo stesso una notifica via mail ai destinatari con la funzione “invia anche un’email a [nome della cerchia]”.

Per i dettagli vi rimando alle guide ufficiali:
SALVATORE RUSSO -> Google Plus: usare le Cerchie come una Newsletter
RICCARDO ESPOSITO -> Come trasformare Google Plus in una Newsletter

5. CONDIVIDI I TUOI POSTS SULLE ALTRE PIATTAFORME SOCIAL.

Il cross posting è sempre un ottimo sistema per aumentare la propria visibilità. Inoltre i posts di Google+ sono unici nel loro genere, in quanto sono trattati come singole pagine web, con indirizzo URL personale, e vengono indicizzati nella ricerca.

Quindi, come direbbe Salvatore Russo, #SMARMELLA i tuoi post su facebook, pinterest, scoop.it e twitter, e convergi il traffico diretto a altre piattaforme social anche su Googleplus!

*NOVITA’ DEL GIORNO*
Anche a twitter piace Googleplus! Giusto ieri, Twitter ha introdotto la funzione “Riepilogo” per i posts di Googleplus. Se twitti un URL plus.google.com/blablabla e clicchi su “Riepilogo”, potrai vedere un’anteprima del titolo e di circa 150 caratteri della descrizione.

6. GOOGLEPLUS PER IL NO PROFIT

Come per rimarcare che Googleplus proprio non ha limiti, Valentina Lepore ci regala un bellissimo intervento raccolto in uno slideshare, dove ci spiega come organizzazioni no profit, onlus e associazioni possono trarre vantaggio da Googleplus per farsi conoscere e condividere le proprie idee e i propri valori con un numero maggiore di utenti.

Ecco le slide dell’intervento, con tanti ringraziamenti all’autrice!! 🙂

E voi, quali altri utilizzi creativi di GooglePlus avete trovato?

Share Button

About the Author Matteo Landi

Esploratore convinto di percorsi di significazione e conversione. Ama creare Valore per l'utente finale. Web marketer, umile operatore del web e appassionato curioso di funnel altrui.

follow me on:

Leave a Comment:

1 comment
Angelo says 28/08/2014

Un articolo davvero completo e professionale, complimenti!

Reply
Add Your Reply

Loading Facebook Comments ...