12 Strategie di link building per promuovere i siti e-commerce

Share Button

Link building per siti ecommerce

Prima ancora di iniziare a pensare di creare link per un sito e-commerce è necessario
decidere su quali pagine indirizzare questi link.
Infatti è importante scegliere pagine che possano creare profitto e abbiano potenzialità di crescita future.

Ad esempio, se la pagina più redditizia sul tuo sito web (in termini di conversioni) è già
# 1 su Google per le sue parole chiave, passa alla successiva.
Una volta stilata una lista, avrai le pagine di destinazione dove tenere monitorati i link che crei.
I link in questione dovranno essere di due tipologie, in funzione della rispettiva finalità:

  1. i link utili a monetizzare,
  2. i link utili ad accrescere l’autorità del tuo dominio.


Ecco un esempio veloce. I link che inserisci in un guest post sono quelli che puoi controllare, e dunque userai per puntare alle pagine prodotto, ovvero quelle che generano profitto diretto.
Invece i link generati da una link bait (link che non puoi controllare) saranno importanti per accrescere l’autorità del dominio.
Tutto dipende dai tuoi obiettivi di business, ma in generale crea per primi i link che ti portano soldi.

Risorse: cosa posso usare per creare link?

La risorsa di gran lunga più utile a tua disposizione sono i tuoi prodotti.
Incredibile a dirsi, ma spesso ci si dimentica completamente di questo punto fondamentale.

Un esempio? In molti mercati ecommerce sono le recensioni dei prodotti l’arma fondamentale per una campagna di link building efficace.

Basta darsi da fare per trovare dei blogger interessati a recensire i tuoi prodotti e, una volta instaurata la relazione, inviargli gratuitamente i prodotti stessi in cambio di una recensione. Ma questo è solo la prima di tante strategie di link building che puoi usare per promuovere i tuoi siti e-commerce.

Strategie di link building per ecommerce (e non solo)

1. Crowdsource dei prodotti preferiti

Chiedi ai tuoi visitatori sul web di votare quali dei tuoi prodotti gradiscono maggiormente. L’idea del crowdsourcing è proprio quella di usare il pubblico di riferimento (crowd) come fonte (source) principale dalla quale ottenere un feed-back che

  1. accresca la soddisfazione dell’acquirente finale,
  2. aumenti le entrate,
  3. garantisca una copertura efficace del mercato.

2. Pagina delle offerte speciali aggiornata frequentemente

Una strategia che si rivela spesso efficace per catturare l’attenzione del tuo pubblico è quella di creare pagine speciali su prodotti particolari o in offerta (per esempio la pagina delle “offerte da non perdere”) aggiornate spesso, su base mensile o settimanale per intenderci.

3. Usa Pinterest per distribuire omaggi (giveaways)

Non otterrai link diretti da questa piattaforma, ma è pensata proprio per i tuoi prodotti. Trova utenti con ampio seguito di follower che possono essere interessati a pinnare il tipo di cose che vuoi vendere e offri loro un omaggio per un pin o un link. Dopodiché non ti resta che usare un pizzico di creatività, come per esempio ha fatto Kotex con il suo Woman Inspiration Day.

4. Narra storie personalizzate

In tantissimi esempio ormai è evidente che le storie riescono a incrementare il coinvolgimento degli utenti web, quindi una buona strategia è sicuramente quella di scrivere un post sul blog o sulla tua pagina prodotto narrando il mondo che si cela dietro al prodotto finito…

5. “Coccola” chi ti linka

Se qualcuno crea un link alle tue pagine web fagli sapere quanto gli sei riconoscente. Con strumenti quali Linkstant trovi in un lampo questo tipo di persone.

Instaura una relazione reale e invia qualcosa di piacevole da ricevere (un prodotto gratuito per esempio) per dimostrare la tua gratitudine.

6. Crea contenuti rilevanti di Domande e Risposte (Q&A)

  • Progetta una sezione del sito web dove raccogliere le domande più frequenti relative al tuo mercato di riferimento,
  • imposta Google Alert per tenere sotto controllo quando le persone chiedono qualcosa di inerente al tuo argomento;
  • rispondi alle domande del tuo pubblico sui Forum, sui siti di Q&A (domande e risposte), sui blog.

Ovviamente alla fine del tuo commento metti un link alla tua pagina di riferimento, usata come fonte.

7. I tuoi prodotti sono costosi? Premia il miglior blogger

Diciamo che i tuoi prodotti sono molto cari e non puoi permetterti di offrirli su base mensile ai numerosi blogger autorevoli del tuo settore. Bene, allora cosa ne dici di organizzare un concorso aperto a chiunque, che consiste nello scrivere un post sul tuo blog o su quello dei partecipanti, che comprenda le motivazioni per l’acquisto di un tuo prodotto e come, quando e dove pensano di usarlo?

Deciderai il vincitore in base alla qualità del contenuto e in relazione alle metriche del Social Media Buzz: saranno quindi i partecipanti a promuovere i propri articoli (che parlano del tuo prodotto) sui loro canali sociali. Una grande opportunità per incrementare la riconoscibilità e la forza di attrazione dei tuoi prodotti.

8. Crea una galleria di immagini belle

Se hai delle immagini ad alta definizione dei tuoi prodotti o inerenti al tuo mercato in generale puoi pensare di creare una galleria disponibile a tutti, sotto licenza Creative Commons. In questo modo potrai diventare un punto di riferimento utile per il tuo pubblico e ricevere ottimi backlinck.

9. Crea un programma di affiliazione

A livello di link building non è più così efficace come qualche anno fa, ma continua a essere utile per farsi conoscere sul web. Assicurati di usare un servizio come per esempio iDevaffiliate, creato per passare il link juice.

10. Crea link interni a prodotti importanti

Diffondi il link juice linkando ad altre pagine prodotto rilevanti sul tuo sito e-commerce. In questo modo riuscirai anche a offrire all’utente una migliore esperienza d’acquisto o semplicemente di navigazione.

11. Crea link interni ad altri prodotti che i clienti hanno comprato

Come nel punto dieci condividi il link juice tra le tue pagine interne creando link alle pagine di quei prodotti che i clienti hanno già comprato. Forse sarà leggermente più impegnativo a livello di programmazione, ma fornirà sicuramente un’esperienza d’acquisto di gran lunga più soddisfacente.

12. Traduci i tuoi contenuti migliori

Se una fetta significativa del tuo pubblico di riferimento parla un’altra lingua da quella del tuo sito e-commerce traduci i contenuti più significativi e condividili con gli influencer stranieri del tuo mercato.

Tu cosa ne dici? Hai suggerimenti utili da condividere dettati dall’esperienza?

  • La strada del tuo successo sul web

    Conosci il tuo pubblico, ottimizza il tuo messaggio, promuovi la tua azienda

    Iniziamo ora
Share Button

About the Author Matteo Landi

Esploratore convinto di percorsi di significazione e conversione. Ama creare Valore per l'utente finale. Web marketer, umile operatore del web e appassionato curioso di funnel altrui.

follow me on:

Leave a Comment:

Loading Facebook Comments ...