Quali fattori influenzano il posizionamento SEO nel 2013?

Share Button

L’agenzia tedesca Searchmetrics ha fornito una ricerca completa dei principali fattori che hanno un alto coefficiente di correlazione con i migliori risultati di ricerca organici.

Noi di e-max l’abbiamo tradotta e interpretata integralmente in italiano confrontandola con i dati di Moz (e-book disponibile qui), ma per chi non volesse leggerla tutta ecco di seguito gli estratti salienti.

Panoramica dei risultati

  1. Dalla ricerca di Searchmetrics si evince che i requisiti basilari per un buon posizionamento rimangono i fattori di ottimizzazione on-page (codice ottimizzato & contenuti di qualità ottimizzati). 
  2. Inoltre è fondamentale avere un profilo naturale di link, dove la differenziazione e la qualità dei backlinks guadagna importanza a discapito della quantità.
  3. Infine i segnali sociali stanno diventando un fattore sempre più determinante per un buon posizionamento su Google.

Di seguito possiamo osservare la panoramica dei coefficienti di correlazione in funzione del posizionamento e la loro evoluzione dal 2012.

Fattori di posizionamento SEO

I giorni della “hard keyword optimization” dei link sembrano essere finiti.
Le parole chiave stanno perdendo importanza – non solo per quanto riguarda tecniche o fattori on-page, come nomi a dominio o URL, ma anche per quanto riguarda i backlink sotto forma di link testuali.
Questo non significa che le parole chiave e i requisiti di ottimizzazione ad esse correlati siano diventati obsoleti.
Rimangono uno dei principi di base per posizionare le pagine web su Google, cambia la tipologia di impiego, più user centric, meno iper-ottimizzata. Quindi andranno usate meno le parole chiave nel dominio o nell’URL, a vantaggio del titolo e della descrizione.
Google comunque rimane una macchina, almeno finché non riuscirà a migrare completamente il suo algoritmo verso la ricerca semantica, da non confondere con la SEO semantica.
Ecco perché in un sito web rimane ancora importante scrivere descrizioni di pagina originali, così come diversi tag H1, H2, H3.

Google favorisce la qualità, la sostanza, la pertinenza del rispettivo risultato di ricerca e in questa direzione i segnali sociali funzionano come garanti di contenuti di qualità.

Se poi pensiamo che Google si è messo direttamente in gioco con il suo social network personale, non possiamo permetterci di trascurane l’importanza crescente a livello di posizionamento.

 

  • Correlazioni SEO 2013

    Scopri quali sono i fattori di posizionamento SEO del 2013 individuati nella ricerca approfondita di Searchmetrics e nelle anticipazioni di Moz.

    Scarica la tua copia gratuita
Share Button

About the Author Matteo Landi

Esploratore convinto di percorsi di significazione e conversione. Ama creare Valore per l'utente finale. Web marketer, umile operatore del web e appassionato curioso di funnel altrui.

follow me on:

Leave a Comment:

3 comments
SEOCIAL: non è un paese per backlink says 18/12/2014

[…] (Per la lista completa puoi riguardare il mio post sui fattori di posizionamento SEO 2013). […]

Reply
Author Rank, il futuro del SEO says 18/12/2014

[…] in particolare i Google+1 e i Facebook shares stanno diventando altamente determinanti per il posizionamento del nostro sito sul motore di ricerca, possiamo facilmente intuire come la combinazione di Google+ e dell’Author Rank sia una delle […]

Reply
Come implementare il REL=AUTHOR in Joomla e Wordpress says 18/12/2014

[…] dei fattori di posizionamento SEO e della sempre crescente importanza di Google e dei suoi tools, ecco che inciampiamo nel […]

Reply
Add Your Reply

Loading Facebook Comments ...