Come usare i link nei comunicati stampa?

Share Button

testo ancoraggio e comunicati stampaRecentemente Google ha aggiornato la pagina di istruzioni per i webmaster sugli schemi di link.
Un passaggio particolarmente interessante riguarda il fatto che “Link con anchor text ottimizzato in articoli o comunicati stampa distribuiti su altri siti” (…) “possono influire negativamente sul posizionamento di un sito nei risultati di ricerca”.

Ad esempio:
Ci sono molti anelli nuziali sul mercato. Se vuoi sposarti, dovrai scegliere l’anello migliore. Dovrai anche acquistare fiori e un abito nuziale.

John Mueller, Webmaster Trends Analyst di Google, intervistato da Barry Schwartz di Search Engine Land consiglia di mettere nofollow tutti i link all’interno dei comunicati stampa.
I link ai quali Google attribuirà valore saranno quelli naturalmente creati dai blogger o giornalisti che rimanderanno al nostro comunicato stampa.

Anche Matt Cutts nel Google Forum ha detto che i collegamenti all’interno dei comunicati stampa non passano valore. E nonostante diversi SEO abbiano dimostrato che questa affermazione non sia ancora del tutto vera, sembra che Google si stia muovendo in maniera decisa contro l’abuso dei link all’interno degli articoli e comunicati stampa a pagamento.

SEO come Search Experience Optimization

La SEO dovrebbe essere improntata sull’esperienza dell’utente. Come già spiegato la SEO va pensata in termini di ottimizzazione dell’esperienza del visitatore piuttosto che di ottimizzazione per i motori di ricerca. Non si tratta semplicemente di essere trovati nei motori di ricerca, si tratta di ottimizzare per gli utenti in modo che effettivamente clicchino il nostro sito web. In questo caso, l’esperienza dell’utente diventa l’obiettivo della nostra strategia di link a contenuti esterni, quali comunicati stampa e guest blogging.

Il modo giusto di usare i link nei comunicati stampa

Nessuno afferma che non si possono inserire link nei comunicati stampa. Google mette in guardia dai “link con testo di ancoraggio ottimizzato”, dove con ottimizzato si intende coincidente con una parola chiave. I link quindi rimangono importanti anche nei comunicati stampa, ma piuttosto che usarli a fini SEO bisognerebbe usarli per creare consapevolezza nel pubblico di riferimento, e portare di conseguenza traffico interessato al proprio sito web. D’altro canto un comunicato stampa ottiene il proprio risultato quando un giornalista di settore o un blogger decidono di linkarsi ad esso in modo naturale, perché lo trovano convincente.
E allora, invece di usare i link nei comunicati stampa solo per il link juice, usiamoli come corsie preferenziali ad uso degli utenti per ottenere maggiori informazioni relative al contenuto del comunicato stesso. I link non sono più un modo per scalare le classifiche dei motori di ricerca, ma rappresentano risorse aggiuntive per i nostri lettori.
Quando scriviamo una press release per promuovere il lancio di un nuovo servizio dobbiamo includere un link alla pagina nel nostro sito dove gli utenti possono trovare tutte le informazioni delle quali hanno bisogno per approfondire l’argomento.

Insomma, Google ci dice che dobbiamo evitare di usare il testo di ancoraggio ottimizzato con le nostre parole chiave. Per fare un esempio, se dovessimo scrivere un comunicato stampa sul nostro nuovo servizio di lead generation (Market Guru), dovremo scrivere più o meno così:

Clicca qui per saperne di più sul nostro servizio di lead generation, Market Guru.

E non:

Scopri di più sul nostro nuovo servizio di lead generation, Market Guru.
E dal momento che Google considera sovra-ottimizzati anche i testi di ancoraggio nei guest post trattandoli alla stregua di schemi di link, può essere un suggerimento valido anche in questo campo d’azione.

Invece di scervellarci per capire cosa intende dire Google, basta scrivere o fare scrivere contenuti di qualità per fornire informazioni utili agli utenti, senza l’assillo di scalare i motori di ricerca. I risultati arriveranno forse meno velocemente, ma avranno una durata e una risonanza senza dubbio maggiori, concorrendo a creare nel nostro sito web un profilo di link naturale.

Sto parlando delle basi di quello che alla e-max abbiamo battezzato Link Burning.

Share Button

About the Author Matteo Landi

Esploratore convinto di percorsi di significazione e conversione. Ama creare Valore per l'utente finale. Web marketer, umile operatore del web e appassionato curioso di funnel altrui.

follow me on:

Leave a Comment:

6 comments
Rob says 11/09/2013

Ciao Matteo,
sono d’accordo con quello che scrivi, “La SEO dovrebbe essere improntata sull’esperienza dell’utente”, tuttavia mi sorgono molti dubbi su quanto affermato da Google: “Link con anchor text ottimizzato in articoli o comunicati stampa distribuiti su altri siti” (…) “possono influire negativamente sul posizionamento di un sito nei risultati di ricerca”.

Vedo ancora molti siti nelle prime posizioni che sono là solamente perchè hanno il 99% delle anchor con chiavi secche. Come si spiega? È Perchè quel processo di link building è stato fatto tempo fa, oppure nella pratica il discorso di Google non regge?

Reply
    Matteo Landi says 13/09/2013

    Ciao Rob, sulle affermazioni di Google e i suoi segreti possiamo fare solo supposizioni, anche se ben supportate da studi che cercano di evidenziare correlazioni tra fattori specifici e posizionamento. Quel che è certo è che Google è un robot che gioca a fare l’umano, quindi ancora nella sua tensione verso l’essere pensante non riesce a liberarsi da alcuni legacci “tecnici” a livello di algoritmo; ha delle falle, in poche parole. I profili di link naturali sono il presente e il futuro, e a quello tutti dovremo arrivare. Poi se oggi alcuni siti ancora vivacchiano su vecchi buchi di algoritmo non dovrebbe preoccuparci troppo, se sappiamo svolgere un lavoro di qualità nel lungo periodo.

    Reply
66 suggerimenti per aumentare il traffico del tuo blog! says 27/03/2014

[…] Sfrutta l’article marketing (lista di siti) e i comunicati stampa. […]

Reply
66 suggerimenti per aumentare il traffico del tuo blog! - Gruppo360 - web agency palermo - siti web - seo - cms - logo design - cataloghi - roll up - gadget - corporate id - social network - app mobile says 27/03/2014

[…] Sfrutta l’article marketing (lista di siti) e i comunicati stampa. […]

Reply
66 suggerimenti per aumentare il traffico del tuo blog! - La Tua Guida | La Tua Guida says 13/04/2014

[…] Sfrutta l’article marketing (lista di siti) e i comunicati stampa. […]

Reply
Aumentare il traffico del tuo sito web says 25/03/2015

[…] Sfrutta l’article marketing (lista di siti) e i comunicati stampa. […]

Reply
Add Your Reply

Loading Facebook Comments ...